Le modalità specifiche sono definite dal decreto ministeriale n. 378/2018, che attua le disposizioni già in essere del decreto legislativo 65/2017. Dove può trovare sbocchi lavorativi ? Scopri le offerte di lavoro per Educatore per l'Infanzia. 2018/2019 . I criteri di selezione per educatori per l'infanzia possono variare tra le strutture pubbliche (statali o comunali), alle quali si accede tramite un concorso pubblico per educatori infanzia e asilo nido, e le scuole materne e gli asili privati. Tra le varie possibilità lavorative, è interessante notare come ci siano quelle come educatore professionale, animatore socio-educativo, educatore di comunità, formatore, progettista e via dicendo. L’educatore per l’infanzia, inoltre, è tenuto a un costante aggiornamento. Contrariamente a quanto si possa pensare, scienze dell’educazione offre una moltitudine differente di sbocchi lavorativi, grazie alla dinamicità degli argomenti trattati. Come diventare Operatore dell'infanzia: corso e sbocchi lavorativi. Poiché la normativa è in fase di progressiva definizione, si invitano gli studenti a restare Ecco una piccola guida per aiutare gli educatori a capire quali sbocchi lavorativi possono essere intrapresi nel mondo della scuola. Se vuoi ri… Dove può trovare sbocchi lavorativi ? e), della L. 107/2015), ha disposto, per quanto qui maggiormente interessa, che, a decorrere dall’a.s. L'educatrice di asilo nido svolge quindi un duplice ruolo: da un lato di cura del bambino, con un aspetto affettivo (maternage), prestando particolare attenzione ai momenti del cambio pannolino e della biancheria, del pasto, del sonno, e dall’altro di educazione e stimolazione cognitiva. E com'è una tipica giornata di lavoro in un nido o in una scuola dell'infanzia? Tra i titoli di studio validi per lavorare negli asili e nei nidi d'infanzia ci sono la laurea in Scienze dell’Educazione o in Scienze della Formazione Primaria. Riesci a comunicare facilmente con i bambini e pensi che possa trasformarsi in un lavoro? Un altro aspetto da considerare è che gli asili nido, le scuole materne e i servizi per l'infanzia sono strutture molto diffuse sul territorio e sempre più richieste dalle famiglie e dalle madri lavoratrici: gli annunci per educatrici ed educatori nei servizi per l'infanzia sono quindi numerosi e spesso non è difficile trovare un posto di lavoro vicino a casa, che non richieda troppi spostamenti. L’EPI, Educatore per l’Infanzia, è ormai una figura centrale per tutti coloro che lavorano nel mondo dell’infanzia. Per il conseguimento di tali obiettivi l’educatore professionale agisce sulla relazione interpersonale, sulle dinamiche di gruppo, sul sistema familiare, sul contesto ambientale e … 378 del 2018. L’Educatore per infanzia p uo’ lavorare in comunità per minori, soggiorni-vacanza, reparti ospedalieri, servizi e interventi socio-educativi per l’infanzia e la famiglia. l'educatore affronta situazioni davvero complesse, magari per poche decine di euro affronta pomeriggi interi in situazioni psichatirche gravi, ambienti compromessi sotto tutti i profili, realtà sociali difficili, solo per assolvere un suo Una professione, senza uguali, impegnata nella crescita e nell’educazione, nella riabilitazione; nell’inserimento o reinserimento sociale di soggetti in difficoltà. L’EPI, Educatore per l’Infanzia, è ormai una figura centrale per tutti coloro che lavorano nel mondo dell’infanzia L’Educatore per l’Infanzia è una figura professionale che opera in contesti molto diversi tra loro, che però hanno tutti l’obiettivo principale di mettere al centro del proprio operato il bambino, i suoi bisogni e le sue necessità. Per diventare educatore presso i nidi e le scuole per l'infanzia (formazione dai zero ai tre anni d'età) è necessaria una formazione specifica. L’operatore per l’Infanzia svolge la sua attività, anche in collaborazione con altre figure professionali, negli asili nido, baby parking, ludoteche, centri gioco, centri per famiglie e comunità alloggio È la figura di riferimento anche per i genitori, con i quali instaura una relazione di collaborazione educativa. Aiuta i bambini a elaborare la propria autonomia, a organizzarsi, a sviluppare competenze cognitive, affettive, fisiche e motorie. L’ascolto e la comunicazione nella relazione tra bambini, tra educatore e genitore, tra educatore e bambino e tra colleghi di lavoro; Diversità, disabilità e la multiculturalità; Elementi di pedagogia: l’alimentazione, la cura dell’igiene e le malattie del bambino; Primo pronto soccorso; Educatore per l’infanzia: sbocchi lavorativi Chi è l’Assistente all’infanzia? Laurea scienze dell’educazione: sbocchi lavorativi E con questo, almeno per il momento è tutto. SBOCCHI LAVORATIVI. Una volta si chiamava Operatore Socio Assistenziale per l’Infanzia (OSA Infanzia); da qualche tempo abbiamo scelto di chiamarlo Assistente all’infanzia, per chiarire fin da subito che la sua figura professionale è ora più matura e completa, grazie a un percorso formativo sempre più qualificante. Educatore Professionale L’ educatore professionale è l’operatore sanitario che in possesso del diploma di laurea abilitante, attua progetti educativi e riabilitativi, nell’ambito di un progetto terapeutico, volto allo sviluppo equilibrato della personalità con obiettivi educativi/relazionali in un contesto di partecipazione e recupero della vita quotidiana. Sbocchi lavorativi Scienze dell’Educazione e della Formazione. L’educatore per l’infanzia è la figura professionale che si occupa del bambino dai sei mesi ai sei anni d’età e che se ne prende cura a 360 gradi: dalla didattica vera e propria al momento del pasto; dal riposo al cambio per l’igiene, alle attività ludiche e integrative come manipolazioni, pittura e travasi. L’insegnante della scuola dell’infanzia si occupa dei bambini dai 3 ai 6 anni e svolge insieme a loro tanti tipi di attività diverse, secondo quando previsto nel progetto educativo. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento. Svolge attività di sostegno alla genitorialità: interventi con e per le famiglie nella scuola e nei servizi o direttamente sul territorio. Educatore nei servizi per l'infanzia e Educatore sociale e di comunità funzione in un contesto di lavoro: La figura professionale associata al corso di laurea ha come precipua competenza la promozione e la tutela dell'infanzia, della persona adulta e della diversità attraverso mirate ed efficaci iniziative per la Corso di laurea a numero programmato in Educatore nei servizi per l'infanzia - RECUPERO STRAORDINARIO Si avvisa che è possibile presentare la candidatura per il recupero straordinario secondo le modalità indicate in avviso. Tra le varie possibilità lavorative, è interessante notare come ci siano quelle come educatore professionale, animatore socio-educativo, educatore di comunità, formatore, progettista e via dicendo. Gli sbocchi lavorativi per i laureati in psicologia: cosa offrono le aziende Qui in Tutored , infatti, analizzando i dati di migliaia di candidati come te in fase di passaggio dall’Università al mondo del lavoro - o da azienda ad azienda - abbiamo capito che la differenza tra chi trova un posto e chi deve attendere è solo nella difficoltà di imboccare subito il percorso di ricerca giusto. Di norma le educatrici di asilo nido e gli educatori per l'infanzia lavorano in équipe, collaborando con i colleghi e con le altre figure professionali presenti nell'asilo (addette ausiliarie, operatori di servizio per la pulizia e la cucina, coordinatrice, pedagogisti...). La nostra Accademia fornisce una consulenza didattica gratuita, per dare la possibilità di ricevere gratuitamente tutte le informazioni dettagliate sul percorso formativo, piano didattico, esami di certificazione e sbocchi lavorativi offerti dai nostri percorsi formativi. Promuove l'apprendimento e lo sviluppo di bambini e bambine con un approccio di tipo ludico e organizza giochi, attività didattiche, educative e di socializzazione in classe e all'aperto, attività creative, attività psicomotorie di gruppo... La maestra di scuola materna assiste e vigila sui bambini ed è responsabile delle attività di routine nella giornata scolastica, come l'ingresso e l'uscita da scuola, il momento del pranzo, l'uso dei servizi igienici, il riposino pomeridiano. Presso servizi educativi e ricreativi territoriali per il tempo libero, centri ricreativi e aggregativi, animazione estiva del tempo libero, servizi socio-educativi per la prima infanzia. Strutture residenziali e semiresidenziali (comunità per minori, soggiorni-vacanza, reparti ospedalieri) Servizi e interventi socio-educativi per l’infanzia, e la famiglia (servizi educativi e ricreativi territoriali per il tempo libero, centri ricreativi e aggregativi, animazione estiva del tempo libero) Cosa fa l'educatore per l'infanzia? Operatore per l’infanzia, Educatore di nido, Educatore di nido, Assistente di Infanzia, Operatore di ludoteca L ’EDUCATORE PER LA PRIMA INFANZIA è il professionista in grado di svolgere con propria responsabilità attività di educazione e cura di bambini/e nella fascia di … Educatore professionale socio-pedagogico-Educatore dei servizi educativi per l'infanzia Il Corso di Laurea forma la figura di Educatore professionale socio-pedagogico (ai sensi della legge 27 dicembre 2017 n. 205) e di Educatore dei servizi educativi per l'infanzia previsto dalla normativa vigente, in particolare dal D.M. Inoltre, nella quotidianità del lavoro all'asilo l'educatrice di asilo nido e la maestra di scuola materna tengono conto dei livelli di autonomia, dei tempi di apprendimento, degli interessi e delle attitudini di ogni bambino, interpretano i loro bisogni e vengono incontro alle esigenze individuali. La coordinatrice elabora il progetto pedagogico e il piano formativo, indica i modelli educativi da seguire, gestisce il lavoro del personale ed è il riferimento principale per le famiglie. Il corso quindi ha l’obiettivo di assicurare le seguenti conoscenze: Dopo aver appreso tutte le competenze necessarie per lo svolgimento della professione puoi ricercare lavoro in molte strutture come asili nido, scuole materne, scuole elementari, centri doposcuola, centri per l’affido e l’adozione, comunità alloggio, case famiglia, centri vacanze, ludoteche, centri socio-educativi diurni, mini club in villaggi turistici e navi da crociera, associazioni e cooperative di servizi per l’infanzia, oratori religiosi, reparti ospedalieri per bambini ed adolescenti e associazioni di clown terapia. 1, co. 180 e 181, lett. Ad oggi si potrà farlo solo scegliendo l’indirizzo nido. L’Educatore per l’infanzia (ex OPI) è una professione inserita nelle Qualifiche Professionali della Regione Campania nell'ambito dei Servizi Socio Sanitari, di livello EQF 4 e sostituisce la precedente figura dell’Operatore dell’Infanzia (OPI). La qualifica professionale è riconosciuta dalla Regione Campania valida a livello nazionale. Laurea in Scienze dell'Educazione (L-19) Il corso di laurea triennale in Scienze dell'Educazione è caratterizzato da un insieme di conoscenze e competenze finalizzate alla formazione dell'educatore. L’Educatore per l’infanzia progetta e realizza, anche in collaborazione con altre figure professionali, iniziative finalizzate alla socializzazione, allo sviluppo delle capacità creative e alla promozione di percorsi di autonomia dei piccoli Ricerche di lavoro simili: Educatrice Asilo Nido, Insegnante Scuola Infanzia, Maestra Scuola Infanzia. Sbocchi occupazionali: Scuole per l’infanzia private, servizi educativi, baby parking, ludoteche, scuole primarie, cooperative socio-assistenziali, associazioni, centri diurni educativi, case famiglia per minori disagiati, centri per recupero di utenti con patologie di dipendenza, centri anti-violenza, centri immigrati. L’educatore per l’infanzia è la figura professionale che si occupa del bambino dai sei mesi ai sei anni d’età e che se ne prende cura a 360 gradi, dall’insegnamento al momento del pasto, dal riposo all’igiene, alle attività ricreative. Come anticipato poc'anzi, dopo aver certificato le competenze necessarie, l'Operatore per l'infanzia può lavorare in asili nido, in centri di gioco, in comunità infantili, in centri di accoglienza per le famiglie, associazioni e cooperative di servizi per l’infanzia, oratori religiosi, reparti ospedalieri per bambini ed adolescenti e associazioni di clown terapia. Il corso ha una struttura multidisciplinare e permette di apprendere le principali metodologie e teorie del lavoro educativo per l'infanzia. Ti piace stare a contatto con i bambini e pensi di essere una persona predisposta all'insegnamento? Per il conseguimento di tali obiettivi l’educatore professionale agisce sulla relazione interpersonale, sulle dinamiche di gruppo, sul sistema familiare, sul contesto ambientale e sull’ organizzazione dei servizi; ciò normalmente richiede motivazioni, attitudini personali e competenze professionali. L'educatrice/educatore di asilo nido si prende cura di bambini molto piccoli, dai neonati fino ai bimbi di 3 anni, per a dare al bambino sicurezza e conforto e favorirne la spinta evolutiva. Laurea in Scienze dell'Educazione (L-19) Il corso di laurea triennale in Scienze dell'Educazione è caratterizzato da un insieme di conoscenze e competenze finalizzate alla formazione dell'educatore. E con questo, almeno per il momento è tutto. Cosa è La laurea per educatore professionale abilita all’esercizio di questa professione sanitaria che si occupa di progetti di recupero di soggetti in difficoltà di tipo fisico, psichico e sociale, in chiave educativa e rieducativa. Sbocchi lavorativi e professionali Scienze dell'educazione: tutto quello che c'è da sapere sulla triennale e la magistrale, il tasso di occupabilità e i possibili sbocchi lavorativi. Questa figura professionale opera nel campo dei servizi socio-ricreativi per l’infanzia: baby parking e ludoteche, servizi integrativi al nido e alla scuola materna, asili aziendali , centri gioco, ecc. Il laureato in Scienze dell’educazione e dei processi formativi (curriculum Educatore per l’infanzia) potrà svolgere professioni educative nelle differenti tipologie di servizi operanti nell'ambito dell'educazione dei bambini dalla nascita ai 3 anni:. Stanno infatti inserendo l’indirizzo nido per poter divenire educatori d’infanzia, quando precedentemente, in tutti gli ordinamenti, il nido rientrava tra gli sbocchi lavorativi. Iscriviti ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Servizio gratuito. Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul corso per Educatore per l’infanzia  al workshop gratuito dedicato a questa figura lavorativa. Al riguardo, si ricorda che la norma citata, nell’istituire il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni (in attuazione dell’art. “Questa figura si occupa dell’attività di accudimento e animazione di bambini e famiglie in strutture residenziali e semi-residenziali (comunità per minori, soggiorni-vacanza, reparti ospedalieri), di servizi e interventi socio-educativi per l’infanzia e la famiglia (servizi educativi e ricreativi territoriali per il tempo libero, centri ricreativi e aggregativi, animazione estiva del tempo libero), servizi socio-educativi per la prima infanzia. La nostra guida su quali sono gli sbocchi lavorativi della laurea in scienze dell’educazione ora è completa. Le principali mansioni di questa figura professionale sono: 1. operare nei centri ricreativi e aggregativi, come quelli per bambini e famiglie creati all’interno della scuola o durante il dopo scuola; 2. lavorare nei centri estivi per bambini/e e ragazzi/e; 3. esercitare la propria attività negli spazi per bambini, localizzati ad esempio nei centri commerciali o nei grandi aeroporti (baby parking, ludoteche); 4. fare animazione di strada; 5. gestire attività associative di ragazzi e ragazze ecc. SBOCCHI LAVORATIVI Strutture residenziali e semiresidenziali (comunità per minori, soggiorni-vacanza, reparti ospedalieri) Servizi e interventi socio-educativi per l’infanzia, e la famiglia (servizi educativi e ricreativi territoriali per il tempo libero, centri ricreativi e aggregativi, animazione estiva del tempo libero) Ti lascio lo stesso qui gli sbocchi per la l19 Gli sbocchi professionali dei laureati in Scienze dell’Educazione e della Formazione sono da individuare sia nei percorsi tradizionali legati all’insegnamento e alle attività formative, sia nei percorsi innovativi legati all’educazione continua, alla progettazione ed alla formazione di attività formative e all’educazione degli adulti. Quali sono gli sbocchi lavorativi per un educatore per l'infanzia? Scopri come diventare Educatore per l’Infanzia, una professione che negli ultimi anni è divenuta di fondamentale importanza per tutte le condizioni che esistono nella società odierna di marginalità, di disagio e di bisogno di integrazione dei più piccoli. 11) “Ho la passione per i bambini, non serve la laurea per essere un educatore” Fare l’educatore non significa lavorare solo con i bambini (che meritano di essere sostenuti da persone qualificate per svariate ragioni) ma anche con i disabili adulti, anziani, adolescenti in comunità, nei centri di aggregazione giovanile, essere educatori domiciliari. Devi assumere un Educatore per l'Infanzia? Pubblica la tua offerta di lavoro in pochi minuti per ricevere CV da candidati qualificati! In collaborazione con altre professioni realizza iniziative culturali, ricreative ed espressive indirizzate alla socializzazione, allo sviluppo delle potenzialità di crescita del bambino, allo sviluppo delle capacità creative e relazionali ed alla promozione di percorsi di autonomia.”. Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: © 2013-2020 Jobbydoo - P.IVA IT02531310346, offerte di lavoro per Educatore per l'Infanzia, Realizzare attività educative e di socializzazione, Proporre giochi, attività ricreative e di intrattenimento per i bambini, Provvedere all'alimentazione e all'igiene dei bambini, Svolgere attività di cura, assistenza e vigilanza, assicurando il benessere del bambino, Organizzare e adeguare gli spazi per le diverse attività, Seguire il ricongiungimento con i genitori, Curare la comunicazione giornaliera con le famiglie, Formazione in ambito socio-pedagogico/educativo, Competenza nell'organizzare i momenti di cura e di gioco dei bambini, Capacità di progettare un piano educativo, Abilità di gestione delle dinamiche di gruppo, Abilità relazionali, per il rapporto con i bambini, i genitori e gli altri operatori, Disponibilità, pazienza e resistenza allo stress. Per le e gli studenti iscritti al curricolo "Servizi educativi per l'infanzia", l'ambito lavorativo prioritario è dato dai nidi d'infanzia e i servizi educativi che lavorano in particolare con i … Il suo lavoro è finalizzato a favorire lo sviluppo, l'autonomia e l'apprendimento del bambino, offrendo al contempo le cure necessarie per neonati e bambini piccoli. 14, comma 3. Come diventare Educatore per l’infanzia (EPI): corso e sbocchi lavorativi, Lezione Gratuita Corso Amatoriale Pasticceria, Le tappe di sviluppo cognitivo, linguistico, sociale ed affettivo del bambino, L'ascolto e la comunicazione nella relazione tra bambini, tra educatore e genitore, tra educatore e bambino e tra colleghi di lavoro, Diversità, disabilità e la multiculturalità, Elementi di pedagogia: l'alimentazione, la cura dell'igiene e le malattie del bambino. Le competenze richieste per lavorare negli asili e nelle scuole per l'infanzia sono: Per chi lavora come educatrice o educatore nei servizi per l'infanzia esistono possibilità di sviluppo professionale sia nel senso della specializzazione (ad esempio frequentando appositi corsi professionali per la cura di bambini disabili, per gestire laboratori pedagogici, di disegno e pittura, attività musicali, per l'introduzione ad una lingua straniera...), sia nel senso della crescita delle responsabilità, assumendo il ruolo di coordinatore pedagogico al nido o alla scuola dell'infanzia.